Modalità di Formazione degli Operatori partecipanti al Progetto “Palestra della Mente Montessori a Domicilio”

Il progetto “Palestra della Mente Montessori adattato alle persone fragili a domicilio”, aperto ai caregiver formali ed informali delle persone fragili che risiedono nei Comuni delle Aree Interne Basso Sangro Trigno rappresenta la continuazione aggiornata della Palestra della Mente Montessori, Centro Diurno itinerante che ha offerto l’opportunità ai familiari e ai caregiver dei soggetti fragili con deterioramento cognitivo e disagio mentale nelle Aree Interne, di svolgere attività con l’approccio montessoriano adattato alle persone anziane.Vita Cicchilitti 29.06 (6)
L’approccio, educativo e pratico, è rivolto alle famiglie e ai caregiver dei soggetti fragili con deterioramento cognitivo e disagio mentale, per favorire l’adozione del concetto di inclusione: un elemento fondamentale per una naturale convivenza, nelle situazioni di isolamento e difficoltà, per evitare la doppia sofferenza, cioè la difficoltà di adattamento per mancanza di risorse e di informazioni e supporto psico-sociale di conforto.
Continue reading

Promemoria attività programmate dal Piano Strategico Salute (2018-2020) dell’Area Interna Basso Sangro Trigno

Foto_color (142)

 

 

Premesso che Piano Strategico Salute (2018-2020) dell’Area Interna Basso Sangro Trigno, approvato con l’Accordo di programma quadro (APQ) dalla Regione e sottoscritta dai ministeri competenti e ratificato con la firma di una apposita Convenzione tra l’Asl 2 Abruzzo e i Comuni dell’Area (Delibera Asl2 Abruzzo n. 71 del 24 gennaio 2019), compie 3 anni ed ha rappresentato una fase determinante del percorso di inclusione sociale e sanitaria del territorio, e recentemente relazionato alla Commissione nazionale SNAI e a Bruxelles. Il Piano ha programmato la realizzazione di 11 interventi sanitari e 7 interventi socio-sanitari rivolti alla popolazione fragile delle aree montane (prevalentemente  bambini e anziani);  interventi integrati fra loro e riassunti nel seguente schema:

Interventi SNAI2

Gli interventi sanitari sono stati tutti avviati nel corso del biennio 2018-2019 nella Strategia nazionale Aree Interne (SNAI) Basso Sangro Trigno, ma sono stati interrotti nel corso del 2020, allorché dovevano iniziare quelli socio-sanitari, collegati ai primi e coordinati dalla Centrale Operativa (COCT). Ciò è stato causato sia dalla esplosione della pandemia del Covid-19 (febbraio 2020), sia per la decadenza e il ritardo di nomina del nuovo Direttore Generale (nominato a settembre 2019), che per il mancato rinnovo dei contratti con i fornitori (anche in presenza dell’impegno sottoscritto e dei fondi necessari).

Continue reading

Seminario di presentazione della Palestra della Mente Montessori adattato alle persone fragili a domicilio

Bomba 3 (2020-11-27)Lunedì 11 aprile alle ore 10:00 presso la Sede dell’Unione Montana Dei Comuni del Sangro a Villa Santa Maria

si terrà un Seminario di illustrazione del progetto Palestra della Mente Montessori adattato alle persone fragili a domicilio, aperto ai caregiver formali ed informali delle persone fragili che risiedono nei Comuni delle Aree Interne Basso Sangro Trigno

Informazioni per partecipare di Google Meet
Link alla videochiamata: https://meet.google.com/ign-hdso-rzj
Ephad24

Il Programma della Palestra della Mente Montessori è stato sperimentato in Abruzzo dai Comuni dell’Area Interna Basso Sangro Trigno dal 2020 nelle RSA ed è centrato sulla organizzazione di incontri finalizzati ad illustrare e praticare attività adattate alla persona fragile, alla presenza dei caregivers e dei pedagogisti supervisori, al fine di riprodurre l’esperienza nel proprio ambiente domestico. Gli incontri di formazione si svolgeranno in presenza e on-line con l’obiettivo di fornire il contesto culturale e metodologico dei principi dell’attività adattata e di mettere in pratica concretamente le modalità di educazione sanitaria e comportamentale rispettoso della persona.

Slogan PMM3 Continue reading

Salute e comunità: corso di formazione per Infermieri di Famiglia e Comunità

SaluteComunitàCovid-19 si rivelerà come un catalizzatore per la rivoluzione dell’assistenza sanitaria territoriale?

L’epidemia da Covid -19 ha riportato con urgenza al centro della discussione pubblica l’inderogabilità di un cambio di paradigma con riferimento al concetto di salute, di prevenzione e di cura e l’urgenza di un investimento sulla sanità territoriale, soprattutto per le persone più fragili e soprattutto nelle cosiddette aree interne del Paese.

Nurse (13)E’ emersa con forza l’esigenza, sopita prima dell’epidemia, di rinnovare radicalmente il sistema delle cure territoriali, ed avviare un processo di cambiamento irreversibile, con lo spostamento delle cure dall’ospedale (dedicato alle acuzie) al territorio (prevenzione, sorveglianza e aderenza alla terapia delle condizioni croniche). Il profondo cambiamento di assistenza (in corso di discussione con il PNRR), prevede lo sviluppo e l’incremento del ruolo della figura dell’Infermiere di famiglia e di comunità, le cui competenze avanzate non possono prescindere da adeguati percorsi formativi post-base.

Al fine di proporre persorsi e temi inediti di formazione sulla cura delle persone con fragilità, l’ASL 2 Abruzzo e Cittadinanzattiva – per mezzo della sua Scuola civica di alta formazione, organizzano un percorso di formazione dal titolo: Salute e comunità. Cura delle fragilità e governo dell’epidemia da Covid 19.

Sviluppare le capacità di rispetto, dignità e libertà di scelta della persona fragile, sostenere gli individui, le famiglie e la comunità, promuovendo corrette risposte comunitarie adattive alla fragilità, in grado di affrontare le problematiche complesse delle malattie, della disabilità e della solitudine di fronte alle condizioni croniche, avvalorando un approccio centrato sulla forza della comunità.  Questi i temi:

Nurse (28)

  • I Modulo (12 e 13 marzo) – Salute e comunità. Verso un nuovo paradigma di cura
  • II Modulo (19 e 20 marzo) – Fragilità e Covid. Strumenti per il governo della sindemia
  • III Modulo (9 e 10 aprile) – Integrazione delle risorse esistenti sul territorio e utilizzo della tecnologia
  • IV Modulo (23 e 30 aprile) – Costruire la comunità. Empowerment individuale, familiare e di comunità.

Il corso si sviluppa su due edizioni:

La prima su quattro moduli dal 12 marzo – al 15 maggio 2021, è rivolto a professionisti sanitari (infermieri di famiglia e comunità, medici USCA, fisioterapisti) assistenti sociali, operatori socio-sanitari, caregivers e referenti di associazioni di cittadini e pazienti, operanti nelle Aree interne della Regione Abruzzo.

La seconda edizione è programmata per autunno inverno 2021-22 e sarà aperta a tutte le Aree Interne delle Regioni.

Rsa Casoli 14_06_20 (7)

 

 

Bilancio di Missione degli interventi di integrazione sociale e sanitaria dell’Area Interna Basso Sangro Trigno alla luce del PNRR

Discorso di Mario Draghi al Senato della Repubblica

“La casa  principale luogo di cura, con la telemedicina e l’assistenza domiciliare integrata” (Mario Draghi discorso al Senato – 16/02/2021).

Il Consiglio dei Ministri, riunito martedì 12 gennaio 2021, ha approvato la proposta di PNRR. Il Piano si articola in: digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e coesione; salute.

Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, al punto 6 SALUTE, emerge quindi l’esigenza di intervenire con azioni di rafforzamento in particolare della rete dell’assistenza territoriale. 

La progettazione dell’Area Interna Basso Sangro Trigno, in fase avanzata di attuazione, è stata citata tra gli interventi innovativi modello per l’integrazione sociale e sanitaria. Di seguito le diapositive presentate alla riunione del  Comitato tecnico aree interne (CTAI) del 10 dicembre 2020 con la presenza del Ministro Provenzano.

Provenzano al CTAI, “Intorno alle aree interne si gioca un’idea di Paese: liberare il potenziale di tutte le persone e di tutti i luoghi”

Continue reading

Tele Sorveglianza Attiva

Ubuntu (12)

Tele-Sorveglianza Attiva

La sorveglianza attiva che usa la tecnologia digitale, sia dei pazienti guariti dal Covid-19 che delle persone fragili (prevalentemente anziani, con più condizioni croniche, soli a casa o in residenza assistenziale) è la strategia principale adottata dalla Asl2 Abruzzo e dalle Aree Interne, di contrasto alla probabile ripresa dell’epidemia il prossimo autunno-inverno, per proteggere la fascia di popolazione maggiormente a rischio di esiti gravi.

Continue reading

Organizzazione delle attività e formazione sul campo della Palestra della Mente Montessori nella fase post-Codiv-19

Rsa Casoli 03_09_20Le attività di Formazione della Palestra della Mente Montessori si è arricchita di alcune nuove iniziative:

  • Avvio di un secondo gruppo di operatori delle Rsa 
  • Partecipazione in Webinar del prof. Cameron Camp al corso di formazione
  • Attività propedeutiche e preliminari dei facilitatori verso la promozione della salute dei residenti delle Rsa delle Aree Interne
  • Conferenza del prof. Cameron Camp aperta al pubblico più ampio 

Continue reading

Fragilità e Covid-19: attività innovative per potenziare la sorveglianza della salute pubblica della popolazione fragile

Documento di costituzione dell'UCAT della Asl2 Abruzzo

Prelevare qui il documento di istituzione dell’UCAT – Asl2 Abruzzo

Approvata dalla Regione Abruzzo (e integrata nella relazione al Ministero della Salute) la Strategia adottata dalla Asl2 Lanciano Vasto Chieti orientata alla sorveglianza territoriale sia dei pazienti guariti dal Covid-19, e alle persone fragili, prevalentemente anziani, con più condizioni croniche, soli a casa o in residenza assistenziale: la fascia di popolazione maggiormente a rischio di esiti gravi il prossimo autunno-inverno, per la probabile ripresa dell’epidemia.

Alla fine dell’epidemia da Covid-19, il Nuovo modello sperimentato nelle Aree Interne è stato vantaggiosamente esteso a tutta la popolazione della Asl2 Abruzzo per mezzo della istitutuzione dell’Unità di Coordinamento dell’Assistenza Territoriale della Asl2 Abruzzo.

In buona sostanza l’UCAT si pone l’obiettivo di individuare i soggetti fragili maggiormente a rischio di contrarre il Covid-19 nella prossima stagione e si offre loro di essere sottoposti subito alla sorveglianza di salute pubblica. UCAT_2Queste persone saranno prese in cura assistenziale da parte dell’Ambulatorio infermieristico di Famiglia e Comunità a fianco del MMG, che controlla sia l’aderenza alla terapia e alle raccomandazioni mediche, sia accompagna per tre mesi le persone fragili durante le transizioni da un setting assistenziale all’altro (ospedale territorio, sanitario-sociale), ma anche pone sotto controllo la sintomatologia e le necessità cliniche subentranti. La sorveglianza verrà effettuata per mezzo di alcune App e con l’ausilio di strumenti di tele-monitoraggio, il supporto dell’Ospedale di Comunità, dei servizi Distrettuali, l’integrazione con i servizi sociali, l’Assistenza Domiciliare e del Sistema Informativo Socio-Sanitario Territoriale.

Continue reading