4. Servizio di Tele Monitoraggio Domiciliare

Nurse (13)

Il Servizio di Tele Monitoraggio Domiciliare (terza fase della acquisizione del SISST) che consente di controllare e gestire in remoto i parametri clinici e assistenziali dei pazienti fragili nell’Area Interna Basso Sangro Trigno, da parte dei MMG e degli infermieri degli Ambulatori della Fragilità ha visto il suo avvio sperimentale nel 2019.

Nel primo semestre 2020 è stato introdotta la e.Card , e-carduna carta elettronica, simile ad un bancomat, destinata alle persone fragili che vivono sole e seguite in ADI. Si tratta di  una rilevazione elettronica dei trattamenti domiciliari eseguiti attraverso tecnologie GPS e NFC. È necessaria la disposizione di un telefono con l’app installata (per l’operatore/infermiere) e una e-Card (token: cioè un oggetto elettronico contenuto nella “carta elettronica”)  in mano all’utente. L’App permetterà, nel momento in cui l’operatore si recherà presso l’utente per svolgere la prestazione, quando si avvicina il dispositivo alla carta elettronica dell’utente, di identificare tramite GPS e NFC,  dove, quando e quale prestazione si deve effettuare, così da sopperire la scheda di rendicontazione cartacea con firma. Per privacy il posizionamento della persona con GPS, risulterà unicamente durante l’erogazione del servizio. L’informazione del GPS non verrà salvata, ma solo nel momento della convalida della prestazione. L’app del telefono non memorizza le coordinate del GPS, ma solo sulla scheda dell’assistito. E’ un app studiata per garantire il funzionamento nonostante l’assenza di segnale, appositamente pensata per i paesi montani.
Nel mese di agosto 2020 è stata consegnata l’App e.Card a 20 Operatrici Socio Sanitarie impegnate nel servizio ADI, sia dell’alto Vastese (comprendente i comuni: Schiavi d’Abruzzo, Castelguidone, San Giovanni Lipioni, Torrebruna, Celenza sul Trigno, Fraine e Roccaspinalveti) che per i comuni dell’Unione Montana dei Comuni del Sangro (Civitaluparella, Roio del Sangro, Colledimezzo, Montazzoli, Monteferrante, Gessopalena, Pennadomo, Torricella Peligna, Montenerodomo, Pizzoferrato, Quadri, Rosello, Villa Santa Maria, Palena e Lama dei Peligni).
Le operatrici rimaste subito sorprese ed entusiaste, ritenendo questi strumenti ottimali per la riduzione del tempo nel riempire schede firma e dedicare maggiore tempo alle prestazionierogate all’utente fragile. Un ulteriore vantaggio della adozione dell’App e.card è stato identificato nella facilitazione del processo di valutazione e revisione periodica del Piano Assistenziale (PAI) in funzione delle esigenze assistenziali della persona rilevate dall’app in modo preciso.

Nel secondo semestre 2019 pconsensusresso il PTA di Casoli è già presente un sistema Intouch – RP Lite, strumento finalizzato al Teleconsulto specialistico certificato e integrato, che, con l’integrazione del Tele Monitoraggio Domiciliare incrementa e migliora ulteriormente le capacità di sorveglianza e monitoraggio della popolazione fragile che afferisce all’UCCP e apporta un valido e sostanziale potenziamento reciproco, sia del Telemonitoraggio che della Teleconsulenza, in quanto integrati tecnologicamente e organizzativamente tra loro (es. televisita specialistica domiciliare tramite la piattaforma portatile).

Nella tabella che segue il numero di pazienti arruolati entro il 31/12/19 per stato di attivazione:

Immagine17

Nella tabella che segue la composizione dei KIT di Telemonitoraggio di tutti  i pazienti  (anche quelli in stato in attivazione):

Immagine18

tecno

Indietro

Indietro